Menu

Le coordinate dell'information design

Una domenica… infografica

Marzo 31, 2014 - Infografiche, Information Design
Una domenica… infografica

Ieri pomeriggio ero in visita a Milano da parenti e amici. Dopo il consueto pantagruelico pranzo domenicale volevo fare due passi con mia moglie, con la speranza di smaltire qualche caloria e con la voglia di gustarmi la bella giornata di sole. Eravamo intenti a pensare una possibile meta per la scampagnata quando mi è tornato in mente che proprio ieri si concludeva la mostra delle infografiche di Wired in Via Dante. Come perdersi questa opportunità!

IMG_2849

Devo fare i complimenti a Wired e agli organizzatori della mostra perché è stato veramente bello vedere questo tipo di manufatto grafico/artistico/scientifico (una delle manifestazioni più moderne delle capacità dell’intelletto umano) calato in una via tra le più commerciali della città, in mezzo a negozi, famiglie che passeggiavano con il gelato, turisti incuriositi, coppie di pensionati…

Ieri pomeriggio Via Dante brulicava di persone. E immagino che sia stato così per tutta la durata della mostra: è bello portare questa forma di comunicazione in mezzo alla gente, avvicinando persone che probabilmente non hanno mai sentito parlare di infografiche e che sicuramente non si sono mai soffermati a leggerne una.

IMG_2850

Qui ad esempio vediamo due milanesi “anglofoni” (perdonate ma mi è capitato di origliare la loro discussione) che ammiravano con stupore i dati dell’infografica sulle proiezioni demografiche dell’italia. Molto interesse destavano anche le infografiche sull’Expo 2015, con alcuni milanesi che mostravano qualche scetticismo a riguardo (non c’entra l’infografica, questo è il tipico atteggiamento del milanese).

In conclusione la sensazione che abbiamo avuto è stata quella di un modo molto efficace di portare in mezzo alla gente il fenomeno infografico, di incuriosire anche chi ne è completamente digiuno, di educare a questo nuovo modo di “informare”, infine di abbellire la via di una città. Sarebbe bello che altre iniziative come queste potessero arricchire le vie delle nostre città e non mi dispiacerebbe che Cartesiani potesse farsi promotore di una iniziativa analoga magari qui in Veneto… Mai dire mai…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *