Menu

Le coordinate dell'information design

Stefanie Posavec, i dati come forma d’arte

Giugno 4, 2015 - Information Design, Open Data
Stefanie Posavec, i dati come forma d’arte

Stefanie Posavec è un’artista dell’information design, una vera fuoriclasse.

All’inizio della carriera faceva la graphic designer e disegnava copertine per libri. Ecco un bellissimo lavoro che ha realizzato per il romanzo ‘1Q84’ di Haruki Murakami.

murakami

Poi il suo interesse si è spostato verso il contenuto dei libri, e più in generale verso l’information design. Ecco come ha armonicamente riassunto con delle forme floreali gli aspetti principali (lunghezza frasi, temi trattati, dialoghi, punteggiatura etc) del famoso libro ‘On the Road’ di Jack Kerouack.

book2

Il tutto è stato creato dopo un minuzioso lavoro di analisi fatto a mano sul testo stesso.

book1

Un altro argomento caro a Stefanie sono gli open-data, cioè le informazioni quantitative che vengono condivise dalla pubblica amministrazione. Per il ‘Web We Want festival’, partendo da un dataset sul trasporto pubblico londinese, ha ideato un’installazione interattiva che permetteva a bambini e adulti di scoprire i dati in modo ludico. Con questa specie di gioco della Campana attualizzato, Stefanie ha reso fruibili informazioni complesse e sensibilizzato persone non esperte sull’argomento della trasparenza amministrativa.

OpenDataPlayground1

OpenDataPlayground_2

Molto interessante anche l’ultimo progetto, Dear Data, che sta portando avanti in collaborazione con la visual designer Giorgia Lupi. Per un anno, ogni settimana, le due giovani donne si scambiano una cartolina dove disegnano a mano il riassunto settimanale di un aspetto delle loro vite: ad esempio tutti gli specchi che hanno visto in quei sette giorni, oppure tutte le bevande consumate, gli amici incontrati e così via.
Un self-tracking un po’ anacronistico ma molto romantico in questi tempi digitali.

deardata

Vi consigliamo di esplorare il sito personale di Stefanie per trovare altre chicche come ‘Relationship Dance Steps’, realizzato per Facebook, e ‘Air Transformed’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *