Menu

Le coordinate dell'information design

Redesign Divina Commedia

Novembre 12, 2014 - Information Design
Redesign Divina Commedia

Il nostro percorso di valorizzazione visuale del patrimonio culturale italiano continua.

Abbiamo progettato e creato un prototipo web interattivo che permette di esplorare parte della Divina Commedia di Dante Alighieri, testo fondamentale per la lingua nazionale.

Come sfondo alle parole del poeta abbiamo messo le illustrazioni di Gustave Dore, visionario artista francese dell’800 (prese da Wikimedia Commons).

uno

Per movimentare la pagina introduttiva abbiamo inserito una sequenza di titoli e un parallasse che sposta i lapilli.

due

Una volta entrati nella parte centrale del progetto, si trova una quadripartizione: cliccando su una delle icone si accede al dettaglio della sezione. Le prime tre sono le cantiche di cui si compone il poema, cioè Inferno, Purgatorio e Paradiso, mentre la quarta – Miscellanea – contiene dati sull’opera e sull’autore.

tre

Entrando in una cantica si possono trovare molte informazioni su di essa, per ogni canto vengono presentati: condotta terrena, tipo di pena/premio, personaggi e luoghi citati (la fonte è Wikipedia). La navigazione tra canti è laterale, si può cliccare sui titoli o sulle aree in grigio più scuro

quattro

Inoltre, all’hover sull’illustrazione geometrizzata che si trova in alto, si vede la mappa del settore dove ci troviamo.

quattordici

Leggendo i versi si trovano degli insiemi di parole sottolineati, il che significa che siamo in presenza di una figura retorica.

dieci

Nella Miscellanea abbiamo inserito la timeline con la vita di Dante,

undici

un glossario con tutte le figure retoriche esistenti nella lingua italiana

dodici

e una mappa con tutti i luoghi citati da Dante nel poema, caratterizzati da icone in base alla cantica in cui compaiono.

tredici

Il lavoro che abbiamo fatto è stato tanto e impegnativo; se l’accoglienza del pubblico sarà buona e qualcuno avrà voglia di contribuire allo sviluppo definitivo, ci contatti pure.

Crediamo che le nuove tecnologie web possano valorizzare e rendere più fruibile tutto quel patrimonio culturale sedimentato sotto forma cartacea, l’unico media espressivo disponibile per secoli.

Un ringraziamento a: Codrops per gli spunti su layout e interazioni interessanti; The noun project per le icone che abbiamo utilizzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *