Menu

Le coordinate dell'information design

Questione di hashtag…

Giugno 22, 2015 - Infografiche, Information Design
Questione di hashtag…

Anche quest’anno abbiamo avuto il piacere di tenere i nostri corsi su infografiche e data visualization nell’ambito del Madee, il MasterLab in Digital Economics & Entrepreneurship di Digital Accademia.
E’ un progetto di formazione in ambito digitale che sta crescendo ogni anno di più. Il 17 luglio si terrà l’Open Day, cui parteciperemo, e sarà un’occasione perfetta per toccare con mano questo “spazio” di apprendimento assolutamente innovativo.

Tornando ai nostri incontri, dobbiamo dire che quest’anno abbiamo avuto ampio spazio per mostrare ai ragazzi della 7° Edizione lo stato dell’arte in fatto di information design e anche per farli mettere alla prova con un contest “infografico”, esattamente come avevamo fatto con i ragazzi di due edizioni fa. Tornare in Digital Accademia ci fa ricordare due cose: io e Marco ci siamo incontrati durante un Talk propriò qui; Jacopo Cester si è aggiunto al gruppo dei Cartesiani proprio dopo aver assistito a quelle lezioni (ti ricordi Jacopo?).

Lasciamo da parte queste note nostalgiche e andiamo dritti all’Infogr.am Contest che abbiamo lanciato ai ragazzi.

twitter-instagram-edit

I ragazzi avevano 2 ore per creare un’infografica (usando lo strumento di Infogr.am) che mettesse in confronto due social network molto importanti: Twitter e Instagram.

La scelta di utilizzare Infogr.am ha da qualche mese un significato ancora più importante: io e Marco siamo entrati nel programma di Infogr.am Ambassadors. Nell’ambito della nostra attività cerchiamo di promuovere un approccio “democratico” alla data visualization sfruttando questa web application che si caratterizza per una curva di apprendimento rapidissima e una grande semplicità di utilizzo.
L’obiettivo è di far avvicinare al tema sempre più persone, consentendo anche a coloro che sono a digiuno di software di grafica di costruire un’infografica interattiva in poco tempo.

Come nostro solito abbiamo fornito un piccolo dataset con alcune informazioni sui due social network ma abbiamo lasciato liberi i partecipanti di scovare in rete dati e tutto quanto potesse essere loro di supporto su internet per creare una racconto il più possibile convincente. Durante le nostre lezioni abbiamo infatti sottolineato che i numeri sono un ottimo punto di partenza per raccontare delle storie…

I ragazzi si sono divisi in quattro squadre: “The Early Adopters”, “Equipe de los mariachis”, “Terza Classe”, “We run Milano”.

Al fine di uniformare il metro di giudizio, come lo scorso anno, abbiamo deciso di valutare i lavoro sulla base di 5 aree.

DATI: in quest’area abbiamo valutato la capacità dei ragazzi di leggere ed interpretare i dati, di scovare i significati più importanti ed eventualmente di ricercare informazioni aggiuntive e/o complementari.

STRUTTURA: stabilito il significato colto nei numeri e definito il messaggio da trasmettere attraverso l’infografica, abbiamo valutato la capacità di progettare una struttura che contenesse il messaggio, un layout dei contenuti che fosse coerente con l’obiettivo di comunicazione; tutto ovviamente tenendo conto dei limiti dello strumento utilizzato, che ovviamente vincolava i ragazzi su questo aspetto.

STORYTELLING: ogni infografica non è una semplice sequenza di numeri… è un racconto. In quest’area abbiamo voluto verificare la capacità dei ragazzi di raccontare qualcosa, in questo caso il messaggio richiesto dal brief.

GRAFICA: Infogr.am consente di personalizzare molto il manufatto grafico e anche di caricare immagini originali o personalizzate; in questo ambito abbiamo valutato la capacità creativa e grafica dei ragazzi nel rendere più efficace ed accattivante la propria infografica.

ORIGINALITA’: con questa voce abbiamo voluto individuare il guizzo di creatività in più, la modalità di comunicare in maniera innovativa, più in generale il quid che può rendere un’infografica più efficace di un’altra.

Prima di vedere i lavori e i punteggi, vogliamo dire che tutti i gruppi hanno fatto, con il poco tempo a disposizione, un ottimo lavoro. Del resto sono ragazzi e ragazze con un’ottima preparazione e una naturale predisposizione a tutto quanto è digital. Anche se abbiamo determinato con i nostri punteggi una classifica, ciascun gruppo si è distinto per un particolare aspetto, meritando una “menzione” speciale.

Partiamo dalla squadra degli “Early Adopters”, composta da Andrea Nelli, William Dotto e Francesco Guerra.
Qui il link alla lora infografica.

image7

Punteggio:

DATI: 20
STRUTTURA: 10
STORYTELLING: 15
GRAFICA: 10
ORIGINALITA’: 15

TOTALE: 70
Menzione speciale per il confronto tra acquisizioni mediante l’uso di world cloud.
 


 
Passiamo alla squadra degli “Equipe de los mariachis”, composta da Andrea Andolfato, Tommaso Salamon e Silvia Currò.
Qui il link al loro lavoro.

image5

Punteggio:

DATI: 15
STRUTTURA: 15
STORYTELLING: 15
GRAFICA: 20
ORIGINALITA’: 15

TOTALE: 80

Menzione speciale per la varietà di grafici utilizzati e l’ottima coerenza stilistica raggiunta.
 


 
Eccoci dunque, in ossequio al nome scelto, alla squadra “Terza Classe”, composta da Marco Giusti, Matteo Bonsembiante e Sebastiano Calzavara.
Ecco il link alla loro infografica.

image6

Punteggio:

DATI: 20
STRUTTURA: 20
STORYTELLING: 10
GRAFICA: 10
ORIGINALITA’: 15

TOTALE: 75

Menzione speciale per la pulizia della struttura e la cura nella citazione delle fonti.
 


 
Passiamo infine alla squadra “We run Milano”, composta da Annalisa De Santis, Daniele Calabrò, Adrian Oros e Federico Pianzola.
Qui il link al loro progetto.

werun

Punteggio:

DATI: 15
STRUTTURA: 15
STORYTELLING: 20
GRAFICA: 20
ORIGINALITA’: 20

TOTALE: 90

Menzione speciale per l’originalità dell’approccio e la capacità di raccontare il confronto partendo da un evento concreto.
 


 
Concludiamo dunque con la proclamazione della squadra “We Run Milano” come vincitrice del contest. I membri del Team riceveranno un abbonamento annuale alla versione PRO di Infogr.am, gentilmente offerta dal programma di Infogr.am Ambassadors.

Ancora complimenti a tutti i ragazzi… ci vediamo il 17 per congratularci di persona durante l’Open Day di Digital Accademia.

Un pensiero su “Questione di hashtag…

  • Pingback: Una sfida a colpi di celebrità

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *